Scoprite tutte le news del gruppo Technicis

-

kent state
Technicis torna a collaborare con la Kent State University (USA) per la 2° edizione della formazione universitaria in rilettura

Anche quest’anno, in questa prestigiosa università dell’Ohio, è la stata lanciata la formazione “Technicis Proofreading Training”, il cui obiettivo è consentire ai traduttori di controllare la qualità di una traduzione a prescindere dalla combinazione linguistica.

 

Attraverso una metodologia specifica sviluppata per rispondere alle richieste dei suoi clienti, Technicis insegna a verificare una serie di elementi di conformità al testo originale tramite una checklist:

  1. Impaginazione: numero di paragrafi, spazi, intestazione e piè di pagina, note e commenti, indici
  2. Testo: ortografia, punteggiatura, testo non tradotto, nomi propri, coerenza delle informazioni, abbreviazioni, indirizzi 
  3. Dati chiave: numeri, simboli, unità di misura
  4. Specificità del progetto: applicazione delle istruzioni del cliente, conformità alla guida stilistica

 

Questa collaborazione permette a Technicis di rafforzare il suo polo di rilettori qualificati e di accompagnare la prossima generazione di traduttori nel mondo del lavoro.

 

In bocca al lupo a tutti!

formation traducteurs
Technicis propone delle formazioni per accompagnare i traduttori nel loro settore di specializzazione

Lo scorso 22 giugno, cinque traduttori hanno avuto la fortuna di partecipare a una formazione di introduzione alla traduzione medica svoltasi nella sede parigina di Technicis. L’organizzazione di tali eventi si iscrive nella strategia qualità del gruppo leader della traduzione in Europa.

Sono numerosi i traduttori che desiderano seguire delle formazioni per ampliare le loro competenze. Formarsi a nuovi settori significa aumentare le proprie possibilità di ricevere progetti interessanti e attirare nuovi clienti.
Technicis ha quindi preso l’iniziativa proponendo alla sua rete di traduttori una formazione alla traduzione medica. L’obiettivo è permettere ai traduttori di perfezionare le loro competenze o di iniziare a specializzarsi in un nuovo settore.

 

Marie-Alice Rebours, traduttrice dall’inglese al francese dal 2009 e insegnante all’Università Lumière Lyon 2, ci ha fatto l’onore di animare in videoconferenza questa prima formazione.

La sessione di 6 ore si è svolta in diverse tappe:

  • Quiz di ortografia e di terminologia medica di base per iniziare tranquillamente la giornata.
  • Introduzione agli studi clinici: terminologia specifica, strutturazione della sinossi, presentazione della documentazione.
  • Focus sugli studi clinici in oncologia e relativa terminologia. Presentazione dei criteri RECIST (“New Response Evaluation Criteria In Solid Tumours”).
  • Presentazione del Riassunto delle caratteristiche del prodotto (RCP), della sua struttura e della documentazione online, che rappresenta un’importante risorsa terminologica per la traduzione medica.
  • I “do/don’t” della traduzione medica, le espressioni e i termini da privilegiare.

 

Oltre alla traduzione medica, questa formazione ha permesso ai traduttori di incontrare diversi Key Account Manager di Technicis, con i quali di solito i contatti avvengono esclusivamente per e-mail. Durante la colazione pre-formazione c’è stato un momento di scambio per fare domande e discutere delle rispettive problematiche.

 

Altri traduttori e partner potranno partecipare alle future formazioni venendo direttamente nella sede di Technicis o, se il contenuto della formazione lo permette, a distanza attraverso videoconferenza.

Se volete essere informati sui prossimi eventi del gruppo Technicis o se avete delle proposte da sottometterci, non esitate a contattarci!

HL Trad - Telelingua
Il gruppo Technicis, specializzato nella traduzione professionale, prosegue la sua strategia di crescita esterna grazie all’acquisizione simultanea di Telelingua e HL Trad

Boulogne-Billancourt, 20 luglio 2018 - Il gruppo Technicis, leader europeo della traduzione professionale, annuncia oggi due nuove acquisizioni che vanno a rafforzare il suo know-how nel settore giuridico/finanziario, grazie a HL Trad, e in quello delle scienze della vita, grazie a Telelingua. Questi settori vengono ad aggiungersi a quello digitale acquisito grazie a TextMaster. Con queste nuove acquisizioni Technicis prosegue la sua strategia di sviluppo avviata nel 2012 con l'obiettivo di entrare nella top 5 mondiale delle società di traduzione entro il 2020.

 

Due fuoriclasse al servizio del gruppo

La crescita registrata dalle società europee HL Trad e Telelingua è davvero notevole. La prima, fondata nel 2006 a Parigi, è specializzata nel settore giuridico-finanziario e ha rilevato a sua volta le agenzie di traduzione CPW e Sémantis nel 2017.

La seconda, nata a Bruxelles, vanta oltre 30 anni di esperienza internazionale e gode di un know-how diversificato. In particolare, il polo “Scienze della vita” di Telelingua gode di fama internazionale ed è particolarmente apprezzato nel settore medico e farmaceutico sia in Europa che negli Stati Uniti. 

HL Trad e Telelingua si distinguono inoltre per la loro capacità di fornire un servizio continuato 24 ore/24 e 7 giorni/7, una reattività particolarmente apprezzata dalla clientela B2B.  

 

Benjamin du Fraysseix, CEO del gruppo Technicis, dichiara: “Soddisfare i nostri clienti significa innanzitutto comprendere le loro esigenze. Desideriamo creare 5 divisione: Digitale & Lusso, Finanza & Diritto, Industria & Energia, Farmaceutico & Medico, Servizi. L’acquisizione di HL Trad e Telelingua, dopo quella di TextMaster avvenuta a marzo, apre un nuovo capitolo per il gruppo, che si impone ormai come uno dei principali attori a livello internazionale con una presenza capillare a livello locale. Un posizionamento eccellente per rispondere alle esigenze dei nostri clienti”.

 

2018: il gruppo Technicis prosegue il suo sviluppo internazionale con tre acquisizioni

HL Trad e Telelingua costituiscono la 6° e la 7° acquisizione del gruppo Technicis dal 2012, l’anno in cui ha lanciato la sua strategia di crescita esterna. V.O. Paris è stata la prima società a entrare a far parte del gruppo, seguita da Cogen (2015), Translation Probst (2016), Arancho Doc (2017) e, più recentemente, TextMaster, specialista dei servizi di traduzione professionale interamente online (2018).

 

Oggi il gruppo Technicis conta oltre 700 collaboratori a livello internazionale e ha uffici in Europa (Francia, Belgio, Italia, Svizzera, Spagna, Finlandia, Germania, Inghilterra, Paesi Bassi, Repubblica Ceca), America del Nord (Canada, Stati Uniti) e Asia (Cina).

Nel 2018 il gruppo mira a realizzare un fatturato di oltre 100 milioni di euro, affermandosi come uno dei leader internazionali sul mercato della traduzione professionale.

 

Il gruppo Technicis

Il gruppo Technicis è uno degli attori più dinamici nel suo settore grazie a una strategia di crescita esterna molto forte. Ormai nella top 10 mondiale delle società di traduzione, nel 2018 il gruppo mira a registrare un fatturato di oltre 100 milioni di euro. I suoi 700 collaboratori lavorano in 13 uffici situati in Europa (Francia, Belgio, Italia, Svizzera, Spagna, Finlandia, Germania, Inghilterra, Paesi Bassi, Repubblica Ceca), America del Nord (Canada, Stati Uniti) e Asia (Cina). Con un portafoglio di oltre 6.000 clienti, il gruppo Technicis collabora con la maggior parte delle società del CAC 40, nonché con grandi organizzazioni europee e americane.

TextMaster x Technicis
Il gruppo Technicis annuncia l’acquisizione di TextMaster

Il gruppo Technicis, leader europeo della traduzione professionale, accelera la sua conquista del mercato con l’acquisizione di TextMaster, lo specialista dei servizi di traduzione professionale interamente online. Con questa operazione, Technicis si arricchisce di un know-how tecnologico importante, affermandosi al contempo sul mercato della traduzione online, di cui TextMaster è leader. Il gruppo Technicis prosegue così la sua strategia di crescita esterna avviata nel 2012, con l’obiettivo di entrare nella top 5 mondiale delle società di traduzione entro due anni.

 

Parigi, 4 aprile 2018 – Il gruppo Technicis, leader europeo della traduzione professionale, è fiero di annunciare l’acquisizione di TextMaster. Questa operazione si iscrive nella strategia del gruppo, mirata a rafforzare la sua offerta tecnologica, per proporre nuove soluzioni ai propri clienti e traduttori e potenziare la sua presenza sul mercato della traduzione online.

 

Fondata nel 2011, TextMaster è la prima soluzione globale di traduzione professionale in SaaS. La società riunisce in un’unica piattaforma delle tecnologie proprietarie di intelligenza artificiale e una rete di traduttori esperti in tutto il mondo, per consentire alle aziende di accelerare il loro sviluppo internazionale. Presente in Francia, Belgio, Germania, Paesi Bassi e Italia e con una rete di oltre 12.000 clienti in 150 paesi,

TextMaster si è imposta in meno di sei anni come il leader della traduzione online in

Europa. Tra i suoi clienti si annoverano vente-privee, Estée Lauder, Maisons du Monde e Club Med.

 

L’acquisizione da parte del gruppo Technicis conferma il successo di un’azienda che, fin dalla sua creazione, registra una crescita di oltre il 100% e un fatturato di 10 milioni di euro, di cui il 30% realizzato all’estero. Gli investitori (Serena, Alven ed eFounders), nonché i fondatori e i business angel che hanno contribuito al finanziamento di TextMaster, escono dal capitale dell’azienda in seguito a questa acquisizione.

 

Thibault Lougnon, CEO di TextMaster, spiega: “Sono particolarmente felice di questa unione che viene a coronare cinque anni di intenso sviluppo tecnologico e commerciale. TextMaster, cresciuta rapidamente da 0 a 10 milioni di euro di fatturato, dispone ora dei mezzi industriali necessari per accelerare ulteriormente il suo sviluppo e raggiungere, insieme a Technicis, i vertici del settore.”

 

Benjamin du Fraysseix, CEO del gruppo Technicis, dichiara: “TextMaster ci ha immediatamente conquistato per due ragioni: la tecnologia di cui dispone, fra le più sviluppate sul mercato, e un team giovane e dinamico di circa 40 persone, che accelera la digitalizzazione del gruppo. Siamo lieti di accogliere TextMaster nel gruppo Technicis e di unire le nostre forze sul mercato europeo.” 

 

Se l’acquisizione di TextMaster è l’ultima del gruppo Technicis dopo V.O. Paris (2012), Cogen (2015), Translation Probst (2016) e Arancho Doc (2017), il marchio TextMaster manterrà la sua autonomia e continuerà a esistere sotto questo nome. 

 

Maggiori informazioni sul gruppo Technicis

Il gruppo Technicis ha come obiettivo un fatturato di 60 milioni di euro nel 2018 grazie ai suoi 320 collaboratori situati in Francia, Svizzera, Belgio, Italia, Spagna, Finlandia, Repubblica Ceca e Canada. Con un portafoglio di oltre 2.500 clienti, il gruppo collabora con la maggior parte delle società del CAC 40, nonché con grandi organizzazioni europee e americane. Ormai nella top 10 mondiale delle società di traduzione, il gruppo ambisce a entrare nella top 5 entro due anni grazie a nuove acquisizioni.

Partenaire du Palmarès des Avocats de Paris
Technicis partner ufficiale del Palmarès des Avocats de Paris

Il 29 marzo 2018, presso il Grand Hotel Intercontinental Opéra, si terrà Rencontres Business, un nuovo evento che riunisce i giuristi d'impresa e i loro consulenti.

Organizzata dalla rivista di riferimento dei giuristi d'impresa, Le Monde du Droit, questa iniziativa rappresenta un'occasione di incontrare i partecipanti nel corso di un evento d'eccezione, che si concluderà con la sesta cerimonia di assegnazione del Palmarès des Avocats, di cui Technicis è partner ufficiale.

 

Per parlare con i nostri team del nostro know-how e delle nostre competenze in traduzione giuridica potete consultare la nostra pagina dedicata al settore giuridico oppure contattarci telefonicamente al numero +33 (0)1 84 13 19 79.

Cogen emménage à Bruxelles
Cogen si trasferisce a Bruxelles!

È con piacere che vi annunciamo il trasferimento di Cogen: dal 5 febbraio 2018, infatti, i nostri colleghi belgi hanno traslocato nei nuovi uffici situati in Rue Saint Quentin 28 a Bruxelles, in Belgio.

Come sapete, Cogen è entrata a fare parte del gruppo Technicis nel 2015. Storicamente sita in Belgio, la società offre servizi di traduzione professionale, interpretariato, impaginazione multilingue e localizzazione. E da oggi lavora in una sede nuova di zecca situata nel centro di Bruxelles.

Moderni e confortevoli, i nuovi uffici costituiscono un ambiente di lavoro di qualità per i collaboratori e permettono a Cogen di moltiplicare gli incontri e gli scambi con i clienti, essendo strategicamente situati nei dintorni del quartiere europeo.

Auguriamo ai nostri colleghi belgi una bella avventura nei nuovi uffici!

 

Per saperne di più su Cogen: www.cogen.com

Team Building Chamonix
Un fine settimana all’insegna di Team Building e sport invernali per iniziare insieme il 2018

Sparsi ai 4 angoli dell’Europa e del Canada, i team del gruppo Technicis non vedevano l’ora di incontrarsi!

Si sono quindi ritrovati a Chamonix (appena prima che il rischio valanghe venisse innalzato al massimo livello!) per trascorrere due giorni di relax, scambiarsi opinioni e iniziare il nuovo anno nel modo giusto. All’ordine del giorno: sci, snowboard, pattinaggio, piscina o centro benessere, ma anche carne cotta su pietra al momento e fonduta savoiarda. Un’offerta ricca per tutti i gusti.

Negli ultimi anni, il gruppo Technicis si è costantemente ampliato sia tramite crescita interna che esterna, con le acquisizioni di VO Paris (2012), Cogen (2015), Translation-Probst (2016) e infine del gruppo Arancho Doc (2017).

Presente oggi in 8 Paesi, di cui 7 in Europa e 1 in Nord America, il gruppo Technicis è leader europeo e tra i primi 10 operatori mondiali nel settore dei pure-player della traduzione professionale.

Un’evoluzione rapida, che da oltre 10 anni è affiancata da una crescita a due cifre.

Alla base del suo successo ci sono principi semplici:

  • la garanzia di offrire una gamma di servizi linguistici che si distingue per una qualità impeccabile,
  • l’assicurazione di termini di consegna adattati alle esigenze dei clienti,
  • la collaborazione con oltre 5.000 traduttori in tutto il mondo per proporre più di 200 combinazioni linguistiche,
  • la selezione dei traduttori in base alle loro competenze e alla perfetta conoscenza di ogni settore,
  • un progetto aziendale avvincente, intorno al quale i nostri team interni si sono coesi, che considera la soddisfazione dei clienti come una priorità assoluta.

Oggi il gruppo Technicis vanta oltre 300 collaboratori e questi pochi giorni trascorsi in montagna ci hanno permesso di instaurare legami ancora più stretti, per iniziare il nuovo anno sotto i migliori auspici.

Scopri le foto del fine settimana

Technicis achète Arancho Doc
Technicis tra le prime 10 aziende di traduzione professionale a livello internazionale con l’acquisizione del gruppo Arancho Doc

Il gruppo Technicis, leader della traduzione professionale in Francia e uno dei tre principali attori sul mercato europeo, accelera la propria crescita rilevando il gruppo italiano Arancho Doc, di cui nel 2017 è entrata a far parte anche Soget. Grazie a questa acquisizione, Technicis si classifica tra le prime 10 aziende di traduzione professionale a livello internazionale e continua la propria strategia di sviluppo iniziata nel 2012, con l’obiettivo di entrare a far parte della Top 5 mondiale nell’arco di tre anni.

Arancho Doc: un’acquisizione strategica in Europa

Arancho Doc, società italiana che opera nel campo della traduzione a livello internazionale, dopo l’acquisizione di Soget conta oggi 100 dipendenti e ha uffici in cinque paesi: Italia, Spagna, Svizzera, Finlandia e Repubblica Ceca. Con un fatturato di 12 milioni di euro nel 2016, la società è un’acquisizione strategica per Technicis sul piano geografico, in quanto consente al gruppo di rispondere meglio alle esigenze dei suoi clienti affiancandoli nella loro espansione internazionale.

Dal 2012, data della realizzazione della prima acquisizione da parte del gruppo, Technicis porta avanti due assi di sviluppo: da un lato la crescita organica e dall’altro la crescita esterna. Il fondo di private equity NAXICAP Partners, entrato a fare parte del capitale di Technicis nel 2015, ha sicuramente aperto nuove prospettive di sviluppo per il gruppo in un contesto in cui l’Europa rappresenta il 50% del mercato mondiale e l’America del Nord circa il 35%.

“Siamo fieri di accogliere Arancho Doc e la sua identità europea nel gruppo Technicis. Al servizio di grandi gruppi, il team di Arancho Doc si distingue per l’eccellente qualità dei servizi forniti e le tecnologie di punta, che vanno così ad aggiungersi al nostro potenziale. Lo sviluppo internazionale che perseguiamo da cinque anni finalmente si materializza con l'acquisizione di Arancho Doc, permettendoci di essere presenti non solo in Europa ma anche in America del Nord", spiega Benjamin du Fraysseix, CEO del gruppo Technicis.

Un futuro promettente per il gruppo Technicis

Dal 2012 Technicis persegue un piano di crescita accelerata, con l’acquisizione di VO Paris (Francia) nel 2012, di Cogen (Belgio) nel 2015, di Translation Probst (Svizzera) nel 2016 e di Arancho Doc (Italia) nel 2017.

Grazie a queste quattro acquisizioni e a una crescita organica annuale a due cifre, il gruppo è passato da attore locale francese a PMI su scala internazionale nel 2017, quadruplicando le sue dimensioni negli ultimi cinque anni.

Il gruppo Technicis ha realizzato un fatturato di 30 milioni di euro nel 2016 e punta a 45 milioni di euro nel 2017 grazie ai suoi 320 dipendenti negli uffici in Francia, Svizzera, Belgio, Italia, Spagna, Finlandia, Repubblica Ceca e Canada. Con un portafoglio di oltre 2.500 clienti, il gruppo collabora con la maggior parte delle aziende del CAC 40, nonché con grandi gruppi europei e americani. Oggi Technicis si classifica tra le prime 10 aziende di traduzione professionale a livello internazionale e ambisce a entrare a far parte della Top 5 mondiale nell’arco di tre anni, tramite una nuova acquisizione.

--

Maggiori informazioni su Technicis

Il gruppo Technicis è il leader della traduzione professionale in Francia e uno dei tre principali attori sul mercato europeo. Grazie al lavoro di squadra dei suoi 220 collaboratori in Francia, Belgio, Svizzera e Canada, e della sua rete internazionale composta da 4.500 traduttori professionisti specializzati, Technicis risponde alle esigenze linguistiche di società appartenenti a qualsiasi settore, in qualsivoglia combinazione linguistica. L’innovazione tecnologica e l’aggiornamento continuo dei suoi processi permettono a Technicis di proporre una vasta gamma di soluzioni di traduzione, garantendo ai propri clienti una reattività e una qualità ottimali.

Sito web: www.technicisgroup.com

Maggiori informazioni su Arancho Doc

Il gruppo Arancho Doc è una società che opera nel campo della traduzione a livello internazionale, con sede a Bologna, in Italia, e dispone di una rete di filiali in diverse città strategiche dell’Europa. Il gruppo Arancho Doc propone una vasta gamma di servizi e soluzioni linguistiche alle società e alle multinazionali. Grazie alle sue tecnologie innovative e alla sua esperienza in materia di traduzione e localizzazione, Arancho Doc si posiziona come un partner ideale per tutte le società internazionali che hanno un progetto linguistico. Arancho Doc gode dello stato di "SAP Partner” e ha ottenuto le certificazioni di qualità ISO 9001 e ISO 17100.

Sito web: www.aranchodoc.com

ELIA_IT
Non siete mica neurochirurghi!

Translated by Chiara Vannini

 

Per dieci anni sono stata la tipica Project Manager: solerte, concentrata, attenta al cliente, incredibilmente devota al lavoro. 

Adoravo quello che facevo (ed è ancora così!) perciò dedicavo ore e ore a rispondere alle e-mail, a trovare soluzioni, a telefonare, a risolvere bug… Solo raramente mi concedevo il tempo di respirare, restando perlopiù totalmente immersa nel lavoro. 

Il ritardo di un traduttore, la svista di un revisore, un errore dopo il visto si stampi… Mi sentivo responsabile di tutto! Se un file preparato male o un problema di comunicazione mandava all’aria il progetto, lo consideravo colpa mia.

 

 

 

 

 

 

 

 

Ebbene sì, il fallimento del progetto di traduzione del manoscritto di Voynich è il mio piccolo segreto.

 

Desideravo apportare valore aggiunto alla mia società e rispondere correttamente alle attese dei clienti, perciò lavoravo ancora più duramente, controllando tutto un milione di volte. Non lasciavo l’ufficio finché non avevo messo tutti i puntini sulle “i”.

Il mio obiettivo finale però era di cominciare ogni giorno con una scrivania (e una casella di posta) sgombera e pulita, perciò uscivo sempre più tardi dall’ufficio.

Piano piano mi sono trasformata nel Sisifo del XXI secolo: ogni giorno spingevo il mio ammasso di lavoro in cima alla montagna sperando che la sera, una volta portata a termine l’impresa, potessi finalmente godermi la soddisfazione dei clienti.

Mi sono annullata per fare vivere i progetti, fino a che un giorno un collega mi ha detto: “Ma lo sai, vero, che non sei un neurochirurgo?!”

Che cosa voleva dire? Dovevo forse sentirmi offesa? Significava che il mio lavoro non valeva nulla? I Dottor Stranamore sono migliori dei Project Manager?

 

 

 

 

 

Ehm, c’è stato un piccolo refuso… Lei desiderava un’iniezione di collagene sulle labbra (lips, in inglese) e una liposuzione sui fianchi (hips, in inglese)?

Avresti dovuto richiedere una rilettura, caro Dottor Stranamore!

Certo che no! Ma il mio collega aveva ragione: dalla traduzione non dipendono vite (almeno sul momento!). Passata un cert’ora, ogni mail, progetto o report può aspettare. E sarà molto più facile occuparsene il giorno dopo, dopo una bella nottata di riposo o una serata passata con gli amici.

Come potevo riavere una vita equilibrata? Ero in cerca d’ispirazione, perciò ho deciso di chiedere aiuto ai miei colleghi (quelle creature luminose che svolgono perfettamente il loro lavoro e che nel frattempo brillano nella danza classica, allevano unicorni alati e coccolosi, giocano a scarabeo in più lingue) ed ecco un riassunto di quello che ho imparato.

 

Guida come un campione di Formula 1

Pensa rapidamente, trova soluzioni in tempo reale e adattati alle curve della strada. Il cane del traduttore ha mangiato la sua traduzione? Non c’è problema, esistono i farmaci emetici!

Pensa come uno yogin

Apri la mente, accetta che tutto può succedere e resta calmo. Essere un Project Manager è come mangiare una scatola di cioccolatini: non sai mai quello che ti capita, quindi non cercare di esercitare il pieno controllo su tutto!

Parla come Obama

Prendi esempio dai migliori oratori al mondo: ascolta, sii onesto e non prenderti troppo sul serio… ''Se me lo chiedessero direi che il mio più grande punto di forza è l’umiltà, mentre la mia più grande debolezza è che sono un po’ troppo perfetto.'' (Obama)


Esplora come un bambino 

Divertiti e ricomincia tutto da capo ogni volta che ne hai bisogno, finirai per trovare la strada giusta. I file non sono compatibili con il tuo software di traduzione preferito? Provane un altro!

Agisci come un giocatore di calcio

Fai parte di un team, il che significa che la mole di lavoro si può condividere. Non esitare a passare la palla e ad aiutare i tuoi compagni di squadra. La sinergia del gruppo ti farà sentire soddisfatto e ti condurrà alla vittoria.

Non cercare di essere Dio…

È un dato di fatto: hai un solo cervello e due sole braccia ma vuoi comunque essere onnipotente… Si dice sempre che un buon PM è un esperto del multi-tasking, ma sarai più efficiente se finisci una cosa alla volta evitando le interruzioni.  

… sii il tuo angelo custode

Ultimo ma non meno importante, sii gentile con te stesso. Fai del tuo meglio, lavora sodo e vivi la tua vita! A volte può sembrare difficile, ma è una questione di scelte. Esci, fai sport, incontra persone e goditi il piacere di essere vivo! Tutte queste belle esperienze ti permetteranno di staccare la spina e di usare muscoli che i PM non sanno nemmeno di avere!

tapicc
Con l’iniziativa TAPICC Technicis contribuisce a disegnare il futuro delle tecnologie di traduzione assistita

Il mondo della traduzione non smette mai di evolversi. Con l’avvento delle tecnologie di traduzione assistita (Computer Aided Translation o CAT) e la continua digitalizzazione della professione emergono però anche nuove problematiche.

Oggi le agenzie di traduzione, i traduttori freelance e i clienti professionali utilizzano numerosi strumenti CAT, come per esempio SDL Trados, STAR Transit, Wordfast o MemoQ, per citare i leader del settore.

 

Alla ricerca di un formato universale per i file di traduzione

Attualmente lo standard per i file di traduzione è il formato .xliff. Creato nel 2002 dal gruppo OASIS, questo sistema di tag aveva l’obiettivo di standardizzare gli scambi legati alla localizzazione.

Da allora, ogni CMS e TMS (Translation Memory System) ha adattato il formato .xliff al proprio sistema, con il risultato che gli .xliff provenienti da sistemi di traduzione diversi non sono più del tutto compatibili.

Ciò significa che ogni strumento CAT crea progetti di traduzione e usa file .xliff in maniera tutta sua. Oggi gli scambi di dati tra gli attori che partecipano alla realizzazione di una traduzione (agenzie, traduttori e imprese) si rivelano complicati se non si dispone dello stesso strumento di traduzione assistita a tutti i livelli.

Incompatibilità quasi-totale delle memorie di traduzione, perdita di dati, segmentazione diversa del testo… Gli inconvenienti ormai non si contano più e complicano il lavoro di tutti…

L’iniziativa TAPICC ha l’obiettivo di proporre un nuovo formato standard per i file di traduzione che sia compatibile con tutti gli strumenti CAT. La caccia al formato unico è aperta!

 

TAPICC, un progetto rivoluzionario

L’iniziativa, lanciata qualche mese fa da GALA (Globalisation and Localization Association), è stata accolta con entusiasmo da tutti i professionisti del mondo della traduzione.

I team Technicis competenti in questo ambito hanno subito deciso di partecipare a questo progetto ambizioso. “Perché complicarsi la vita se esiste una soluzione semplice? TAPICC ha avuto l’ottima idea di rimettere questa problematica all’ordine del giorno”, spiega Alexandre CAZENAVE, contributore volontario all’iniziativa TAPICC e membro del Polo Produzione di Technicis.

TAPICC, che sta per “Translation API (Use) Cases and Classes Initiative”, ha tre obiettivi:

  1. Trovare un formato di file standard “Internet friendly” per sostituire il formato .xliff, troppo pesante per supportare le tecnologie web (ricordiamo che la maggior parte degli strumenti di traduzione assistita è proposta in modalità SaaS).
  2. Definire un formato di progetto standard che, una volta scaricato, sia compatibile con tutti gli altri software.
  3. Sviluppare un’API universale per facilitare gli scambi di file tra tutti i partecipanti a un progetto di traduzione, sulla base dei progressi di COTI, un’iniziativa precedente.

Philippe BRISSARD, contributore volontario all’iniziativa TAPICC e membro del Polo Produzione di Technicis, afferma: "È raro avere l’occasione di contribuire a disegnare il futuro della propria professione. TAPICC ci offre questa opportunità unica per creare la base sui cui si fonderanno i futuri strumenti di traduzione professionale. Un’occasione da non perdere!".

 

La prima fase dell’iniziativa è già iniziata e si concluderà il 31 dicembre 2017. Alexandre CAZENAVE e Philippe BRISSARD lavorano alla definizione del nuovo formato di traduzione standard che andrà a sostituire i file .xliff. Insieme ad altri 15 professionisti sparsi in tutto il mondo cercheranno di portare a termine questa missione con entusiasmo!

Nei prossimi mesi li seguiremo da vicino e a breve vi daremo aggiornamenti sui loro progressi!

Technicis
Technicis, in collaborazione con la Kent State University (USA), lancia la 1° edizione della formazione universitaria in rilettura.

Il 9 maggio si è tenuta la cerimonia di consegna di un diploma molto particolare presso la Kent State University.

Questa famosa università, situata in Ohio, nel nord-est degli Stati Uniti, ha infatti organizzato un programma inedito per i suoi studenti in traduzione: la formazione "Technicis Proofreading Training". 

Questo programma è frutto della stretta collaborazione tra la Kent State University e Technicis. L'obiettivo della formazione è semplice: permettere ai traduttori di superare l’aspetto puramente linguistico di una rilettura e acquisire le competenze necessarie per controllare i minimi dettagli. La particolarità? I traduttori non devono per forza parlare la lingua riletta!

Technicis, leader della traduzione in Europa, ha sviluppato una metodologia specifica per rispondere alle richieste dei suoi clienti, in continua crescita. Essa consente di verificare una serie di elementi di conformità al testo originale tramite una checklist:

  1. Impaginazione: numero di paragrafi, spazi, intestazione e piè di pagina, note e commenti, indici
  2. Testo: ortografia, punteggiatura, testo non tradotto, nomi propri, coerenza delle informazioni, abbreviazioni, indirizzi 
  3. Dati chiave: numeri, simboli, unità di misura
  4. Specificità del progetto: applicazione delle istruzioni del cliente, conformità alla guida stilistica

Per partecipare a una digitalizzazione sempre più efficace del settore della traduzione, Technicis ha voluto offrire agli studenti di Kent State una formazione su questa nuova metodologia.

Per la prima volta quest’anno, in seguito a un rigoroso test, gli studenti hanno ricevuto il diploma "Technicis Proofreading Training"

Congratulazioni a tutti!

Technicis Traduction assermentée.jpg
Technicis partner ufficiale del Palmarès des Avocats de Paris

In occasione del Palmarès des Avocats de Paris, tenutosi il 23 marzo 2017 presso il Grand Hotel Intercontinental Opéra, sono stati premiati 33 studi legali sulla base dei voti di 20.000 professionisti del settore. 

Oltre 300 persone hanno assistito a questo evento imperdibile.

Technicis, in qualità di partner ufficiale del Palmarès des Avocats de Paris per il 5° anno consecutivo, si congratula con i 33 vincitori.

Per parlare con i nostri team del nostro know-how e delle nostre competenze in traduzione giuridica potete consultare la nostra pagina dedicata al settore giuridico oppure contattarci telefonicamente al numero +33 (0)1 46 03 17 19.

 

Technicis Boulogne
Il gruppo Technicis si è trasferito!

Siamo lieti di annunciarvi che dal 1° gennaio 2017 Technicis si è trasferito in nuovi uffici!

Giorno dopo giorno, siete sempre più numerosi ad affidarci i vostri progetti appassionanti, dai più semplici ai più complessi. Oggi Technicis è il leader della traduzione professionale in Francia e, dal 2017, uno dei tre attori principali sul mercato europeo. Accompagniamo tutti i vostri progetti internazionali di traduzione, localizzazione o interpretazione.

Per stare al passo con lo sviluppo del gruppo i team hanno bisogno di nuovi membri: per questo abbiamo deciso di trasferirci in degli uffici più grandi a inizio 2017. Un bel modo di cominciare l'anno!

Ormai potete trovarci al num. 35 di Rue de Paris a Boulogne-Billancourt (Parigi), dove i nostri team sono installati in locali moderni, confortevoli e adatti per promuovere il lavoro di squadra.

Il 2017 comincia alla grande!

Technicis Americas
Apertura di un ufficio Technicis Americas in Canada

Technicis Americas apre ufficialmente le porte a partire dal 20 marzo 2017!

Abbiamo deciso di aprire i nostri primi uffici in Nord America nella splendida città di Montréal. Un grande passo avanti per Technicis, ma anche un notevole vantaggio per i clienti.

Infatti, grazie alla collaborazione tra i nostri team in Canada e in Francia, Technicis sarà in grado di rispondere alle vostre domande di traduzione a qualsiasi ora. Ancora più reattività e servizi linguistici di qualità.

Translation Probst Technicis
Technicis acquisisce la società Translation Probst

Leader del mercato della traduzione in Francia ed entrato a fare parte dei 5 principali attori europei l'anno scorso, Technicis rafforza la sua crescita rilevando la società di traduzione TRANSLATION-PROBST SA, che diventa così la seconda più grande società di traduzione in Svizzera.

Fondata nel 2005, la società Translation Probst ha registrato negli anni una crescita continua a due cifre per diventare oggi uno dei principali attori del mercato della traduzione in Svizzera. Con i suoi 30 dipendenti e una rete di 450 traduttori professionisti, la società offre ai suoi clienti (oltre 600 aziende appartenenti a diversi settori) servizi di traduzione e di interpretazione di alta qualità. Translation Probst offre servizi di qualità impeccabile applicando un modello di garanzia di qualità basato su standard di eccellenza molto elevati ed è stata premiata a più riprese per i suoi servizi, la sua sicurezza informatica e la sua strategia orientata verso il cliente.

Per assicurare la perennità della propria strategia, diversificare la propria offerta e rafforzare la propria posizione sul mercato svizzero in un contesto caratterizzato da una forte concorrenza, il fondatore di Translation Probst ha scelto di creare sinergie con grandi nomi del mercato europeo: "Questa operazione eccezionale presenta notevoli vantaggi per i nostri collaboratori, la nostra rete di liberi professionisti e i nostri clienti. In particolare, questi ultimi potranno usufruire del vasto know-how del gruppo Technicis, di una base di traduttori diversificata e di nuovi servizi linguistici", spiega Roman Probst.

"Questa acquisizione si traduce nella nascita della seconda più grande società di traduzione in Svizzera. Per i clienti non cambierà nulla, ad accezione del livello di eccellenza, che sarà ancora più elevato. Tutti approfitteranno dell'eccellenza dei servizi e il nome di Translation Probst sarà sempre sinonimo di successo e perfezione." Benjamin du Fraysseix, fondatore di Technicis Finance e CEO del gruppo Technicis dal 2012, sostituisce Roman Probst nel ruolo di CEO. Guillaume Patry, COO di Technicis, lo assisterà nelle sue funzioni. Dopo l’acquisizione di V.O. Paris nel 2012 e il rilevamento di Cogen (società belga di traduzione) nel 2015, con l’acquisizione di Translation Probst il gruppo Technicis prosegue la sua espansione

Con società in Francia, Belgio e Svizzera, il gruppo rafforza la sua presenza sul mercato europeo: con un fatturato di 17 M€ nel 2014 e di 24 M€ nel 2015, Technicis, che conta ormai 220 collaboratori, spera di superare i 32 M€ nel 2016 e diventare uno dei principali tre attori della traduzione in Europa.